america | florida | key west

Fuga a Key West: cosa fare e cosa vedere

gennaio 10, 2017

Immaginatevi Coppiavventura in una vacanza di due settimane in Florida, sommateci poi una fiammante Dodge nera, il caldo ed il sole splendente a Febbraio.. che dite, gli ingredienti per la fuga perfetta c’erano tutti no?

DESTINAZIONE

Le Florida Keys! Un arcipelago di circa 1.700 isole del sud-est degli Stati Uniti, collegate al continente dal lungo viadotto Seven Mile Bridge. Iniziano a sud-est della punta della penisola della Florida, e si estendono in un dolce arco da nord-est a sud-ovest fino a Key West, la più occidentale delle isole abitate, e Dry Tortugas, disabitata. Le Florida Keys sono, inoltre, la porzione esposta di un’antica barriera corallina (che noi non potevamo assolutamente perderci).

IL VIAGGIO

Panini home-made pronti. Acqua presa. GoPro, Nikon e cellulari carichi (caricatori al seguito e pure gli adattatori.. in fila per tre col resto di due). Crema solare, costumi, qualche cambio (che non si sa mai), infradito, scarpe comode per il viaggio e ci siamo!

Roadtrip Miami-Key West

La partenza è da Miami alle ore 9.30am (la sveglia presto è sempre un tasto dolente, ahimè). Il viaggio è di circa tre ore e mezza, che grazie alle cinque corsie delle meravigliose autostrade americane trascorrono rapide ed indolori. Noi avevamo accesso illimitato ad Internet per consultare la mappa durante tutto il tragitto, e ve lo consigliamo vivamente viste le infinite uscite presenti nel tragitto.
Avviso numero 1: rispettate i limiti! Sia per la vostra sicurezza, soprattutto se siete alle prime armi con la guida su suolo americano, ma anche perché in America prendono le cose molto seriamente. Non ci sono misuratori di velocità lungo il tragitto ma la polizia spesso e volentieri è nascosta a bordo strada, pronta all’inseguimento di qualsiasi effrazione, ed il minuto dopo vi trovate in galera con la macchina sequestrata (e succede davvero!).
Avviso numero 2: i caselli autostradali. Dunque, diciamo che non sono proprio ad immediata intuizione come quelli italiani. Lungo il tragitto, infatti, finita una determinata tratta non troverete i casellanti nelle loro cabine in fila ed in mezzo alla strada ad aspettarvi.
In America quasi tutti usano il corrispettivo del nostro TelePass, quindi, a meno che la macchina che avete noleggiato non ne disponga uno (cosa che dovete assolutamente chiedere, altrimenti al ritorno dal vostro viaggio il conto sarà più salato di quanto vi sareste aspettati), dovrete prestare attenzione ai caselli per i paganti “cash” presenti sulla destra delle corsie quasi sempre prima di un’uscita autostradale principale.

Una volta intrapreso il tratto di strada che attraversa le Florida Keys, l’andamento risulta leggermente più lento. Le corsie da cinque diventano prima due per poi ridursi ad una sola nel tratto finale in direzione Key West.

Seven Miles Bridge, Florida

A circa un’ora scarsa di strada dall’arrivo e finiti tutti i viveri (siamo due mangioni, lo so), abbiamo deciso di fermarci per un pranzo di pesce a bordo oceano.

Date le bellissime recensioni su TripAdvisor, ci siamo voluti fidare di chi come noi è passato sulla Highway e wow.. what a place!
Keys Fisheries Market & Marina, Florida

Keys Fisheries Market & Marina è un simpatico ristorante a bordo oceano che serve pesce fresco e direttamente pescato dal loro staff. Il menù vanta decine e decine di piatti tutti diversi l’uno dall’altro ma è una volta deciso cosa ordinare che arriva la sorpresa divertente: l’ordine va preso lasciando il nome di un programma televisivo americano a propria scelta che lo staff chiamerà poi al microfono non appena il cibo sarà pronto! Un’ottima location rilassante e dal clima familiare in cui ricaricare le pile prima di rimettersi alla guida in direzione Key West.

 

Il tratto finale del Seven Mile Bridge, l’Overseas Highway, è qualcosa di estremamente unico. Provate ad immaginarvi Coppiavventura, a bordo della loro super Dodge nera, a percorrere un ponte lungo 113 miglia, nel bel mezzo dell’oceano.. Living the American dream!

Crediamo onestamente che sia una di quelle cose che devi assolutamente fare una volta nella vita. Non saprei descrivervi precisamente cosa si prova ad essere sospesi su di un ponte con la propria macchina e, guardando fuori dal finestrino, vedere solo oceano, a destra e a sinistra, solamente acqua di un azzurro intenso interrotta qua e là da qualche isola disabitata dove la natura ha ancora la meglio sulla civiltà. Tutto sembra così magico e completamente diverso dalla realtà che siamo abituati a vedere ogni giorno.

Troppo spesso ormai non gioiamo più per le cose semplici, silenziose e naturali della vita, ma questa è una di quelle esperienze che proprio nella sua semplicità ti lascia un’emozione a cui non si riesce nemmeno a dare un nome. Questa è la poesia del viaggiare..

DOVE STARE

Noi abbiamo scelto ancora una volta di alloggiare comodamente nel centro della movida, considerato soprattutto il limitat(issim)o soggiorno.
La scelta si è rivelata più che azzeccata e, se dovessimo tornare a Key West, ritorneremo sicuramente al Duval Inn (B&B – $$).
Duval Inn, Key West

Posizione: 100 metri da Duval Street (la via principale per negozi, ristoranti ed intrattenimento), 500 metri dalla Casa Museo di Ernest Hemingway, il famoso scrittore statunitense, e circa una ventina di minuti a piedi dal Fury Water Adventures (vedi sezione COSA FARE).

 

Servizi: accesso alle camere indipendente per ogni ospite, camere modestamente spaziose con ogni comfort e molto pulite, bar a bordo piscina, happy hour incluso nel costo del soggiorno, parcheggio (forse il servizio fondamentale. I parcheggi a Key West sono difficilissimi da trovare, e se siete fortunati da trovarne uno ve ne faranno pentire al momento del pagamento. Che scegliate, quindi, di soggiornare al Duval Inn o meno, controllate sempre se la vostra destinazione offre nei propri servizi il parcheggio).

               

COSA FARE

First of all: 100% divertimento garantito con Fury Water Adventures Key West. Dobbiamo ringraziare moltissimo un nostro amico che ce lo ha consigliato dopo averlo provato con la sua famiglia l’anno prima. Uno dei punti a favore di questo servizio è proprio il fatto che tutti possono partecipare: è ideale per chi è in viaggio in solitaria (si conoscono un sacco di persone nuove e da tutto il mondo!), per le famiglie (nella giornata in cui eravamo presenti noi, c’era una famiglia con due bimbi che hanno partecipato a tutte la attività con mamma e papà), per le coppie ma anche per i gruppi di amici.
Noi abbiamo scelto di partecipare all’Ultimate Adventure.

Costo ($$): 135 dollari per persona, 68 dollari (metà prezzo) per i bambini. Il costo copre tutte le attività (incluse nozioni professionali pre-snorkeling) della giornata che si svolge in circa sei ore, dalle 10am alle 4pm, ed include anche colazione e pranzo a bordo della barca e bevande illimitate durante la giornata con brindisi finale al ritorno al porto.Attività:

  • Check in alle ore 9.30am
  • Snorkeling nelle acque cristalline di Key West immersi nella bellissima barriera corallina del Nord America (maschera e pinne incluse, servizio noleggio mute disponibile direttamente a bordo della barca ad un costo di circa 10 dollari)
  • Parasailing: l’attività in assoluto più spettacolare, un’emozione incredibile essere sospesi sopra l’oceano. Una vista pazzesca ed un team davvero divertente che saprà farvi ridere, rassicurarvi e immortalerà la vostra avventura con foto e video (disponibili a fine giornata su una comoda memoria SD. Onestamente non ricordiamo quanto abbiamo speso per acquistarle, ma sia video che foto sono in alta qualità ed immortalano uno di quei momenti unici nella vita. Go for it!)
  • Jet Skiing (possibilità di ottenere la licenza di guida previo esame a crocette sostenuto al momento ed un costo di cinque dollari. NB: è obbligatorio possedere la licenza, quindi, per poter godere dell’attività è vivamente consigliata. Vi divertirete un sacco, quindi ne vale decisamente la pena!)
  • Water Park
  • Fotografo che vi seguirà durante le vostre avventure e dal quale potrete poi acquistare foto, portachiavi e cartoline ricordo
Cosa portare: Costume, asciugamano, almeno un cambio, occhiali da sole e crema protettiva (raccomandatissima!); documento di identità (sempre preferibile il Passaporto) e se avete una GoPro, questa è decisamente la giornata ideale per usarla!
Direzione Parasailing

Altro must-to-do è sicuramente il centro storico della città: se avrete fatto i compiti a casa seguendo seguire i nostri consigli e scegliendo, quindi, il Duval Inn, vi basterà giungere alla fine della strada (circa cento metri) ed affacciarvi sulla strada principale di Key West: Duval Street.

Sì, lo stava portando a passeggio

Tanto bella di giorno quanto di notte, sempre trafficata ma in modo piacevole. La gente del posto è molto singolare e calorosa, e tra i negozietti e le vie del centro saranno tantissime le cose ad attirare la vostra attenzione.

Foto inedita del Guardiano del parcheggio

Noi personalmente siamo rimasti estremamente colpiti dalla presenza numerosissima di VIP a Key West: (rrrullo di tamburi) i GALLI! Ebbene sì, sono letteralmente ad ogni angolo di strada con le loro piume luminosissime e le creste vigorose, e sono l’animale protetto di Key West, quindi dovrete imparare a conviverci durante la vostra visita.Duval street, come dicevamo, è ricca di negozi di ogni genere (dall’abbigliamento ai souvenir), ristoranti, bar, pub e rivenditori di sigari cubani; l’isola di Key West si trova, infatti, a “sole” 90 miglia di distanza da Cuba. Nella lunghissima via principale dell’isola potrete trovare anche l’Hard Rock Café, venditori ambulanti di succulente noci di cocco tutte da bere ed il famoso Sloppy Joe’s Bar, in cui godersi una birra con della bellissima musica live!

Duval Street, Key West

 

L’aria che si respira a Key West è sempre festiva e colma di allegria. E’ una cittadina che sembra non fermarsi mai ma che ama dormire fino a tardi (probabilmente per la movida estenuante a cui sono abituati tutte le sere! Musica e colori ovunque, uno spettacolo unico): tutti i negozi, difatti, li troverete aperti sì al mattino, ma solo dopo le 10am.

Un’altra zona che merita la vostra attenzione è quella del porto.

 

Dirigendoci a piedi presso il punto di raccolta per l’attività con Fury Water Adventures, ne avevamo già ammirato qualche scorcio e ne siamo rimasti affascinati. Sembra un pò di tornare indietro negli anni ottanta, con statue raffiguranti coppie di innamorati davvero uniche che fanno da cornice al Museo di Arte e Storia di Key West. Noi personalmente non abbiamo fatto in tempo a visitarlo, ma se deciderete di soggiornare più a lungo di noi andateci e fateci sapere come è!

Key West Museum of Art and History

Purtroppo due giorni, qui, sono davvero volati e non neghiamo che la voglia di tornare in questo paradiso è tanta (TANTISSIMA). Prima o poi.. Per il momento speriamo di avervi fatto vivere attraverso i nostri occhi un’altra avventura in giro per il nostro meraviglioso Mondo.

Fateci sapere se avete qualsiasi curiosità, consiglio, aggiunta a ciò che abbiamo raccontato e diteci la vostra esperienza, soprattutto se anche voi, come noi, siete rimasti rapiti dal fascino di Key West!

Come sempre, Share the beauty and keep travel.

 

Only registered users can comment.

Facci sapere cosa ne pensi: