europa | inghilterra

The Shard ed il panorama mozzafiato su Londra

gennaio 22, 2017

Londra si sa, è bella sempre. Di notte, di giorno, all’alba e pure al tramonto. Riesce ad essere bella anche durante le giornate piovose e quelle di nebbia (altroché la nostra Padania). 

Bisogna proprio ammettere che fa parte di quelle capitali europee che più di tutte hanno un fascino che ti strega, ti conquista. Basta guardarla attraverso gli occhi di chi ci è stato per rimanerne innamorati, ma a noi basta davvero questo? Certamente no. I viaggi sono la conferma che San Tommaso aveva proprio ragione, le cose vanno toccate con mano!

E noi così abbiamo fatto. Una volta trasferitici in Inghilterra (QUI per leggere la nostra storia), vivendo a soli trenta minuti di treno da Londra, ce la siamo girata in lungo ed in largo. Ogni volta che si saliva sul vagone, si aveva sempre quella trepidazione che da piccini provavamo quando andavamo in gita con la scuola e non vedevamo l’ora di esplorare, di conoscere.

IMG_4543.JPG

Londra noi ce la siamo vissuta nelle sue giornate frenetiche tra i sali e scendi in metropolitana alla conquista del NINo. Ce la siamo goduta nel periodo estivo ed in quello natalizio, tra gli street food del mercato di Camden Town e le luci di Oxford Street. Ci siamo avventurati tra i suoi parchi immensi e curatissimi, abbiamo visitato il Big Ben, il London Eye e Buckingham Palace, e ci siamo persi con il naso all’insù tra i grattacieli illuminati ed il Tower Bridge.

Eppure Londra non finisce mai. Puoi visitarla ogni giorno o anche viverci da anni, continui ugualmente a non essere a conoscenza di quel posticino carinissimo a fianco di quel bellissimo museo che si trova tra quel parco famosissimo ed il locale particolare che tutti conoscono. Sì, tutti, tranne te.

Stiamo pur sempre parlando di una signora capitale. La sua estensione superficile la rende la più estesa di Europa, ed è anche la città più popolata dell’Unione Europea.

Ma capita anche a voi? Di visitare una città, un paesino o una metropoli, che sia la prima o la centesima volta, e desiderare di trovare un’altra prospettiva, quella da cui poter guardare meglio, più a fondo? Trovare il punto più alto, salirci ed osservare tutto in silenzio. Riuscire, solo così, a scoprirne gli angoli più remoti che non saremo mai stati in grado di scorgere stando al “piano terra”, immersi nel trambusto e nella frenesia che è la Vita al giorno d’oggi.

A Londra questa prospettiva ha un nome: The Shard.

Il The Shard, letteralmente “la scheggia”, si aggiunge allo Skyline di Londra nel 2013, con i suoi 310 metri di altezza ed un primato come grattacielo più alto dell’Unione Europea.
Dal design italiano di Renzo Piano, il grattacielo è stato creato seguendo il concetto di città verticale – con lo scopo, quindi, di permettere alle persone al suo interno di vivere, lavorare ma anche rilassarsi. The Shard ospita, infatti, uffici world-class, ristoranti vincitori di awards, l’hotel 5* Shangri-La, residenze esclusive ed il The View from The Shard, con una vista panoramica mozzafiato a 360° su Londra.

Qui entriamo in gioco noi. Arrivati a Londra per un week-end con amici, tutto ci saremo aspettati, tranne che sentirci dire

Ragazzi, abbiamo prenotato noi una cosina per stasera. L’importante è solo che vi vestiate eleganti come solo voi sapete fare”

 

e ritrovarci la sera stessa proprio qui. Al The Shard. A goderci un’ottima cena in bellissima compagnia dei nostri amici, gustandoci un panorama mozzafiato!

Dunque, tre parole d’ordine al The Shard:

  • Prenotazione. Essenziale se vi volete godere un cocktail con vista senza dover aspettare in coda la disponibilità, ma, soprattutto, per una cena in uno dei ristoranti con vista del 32esimo e 33esimo piano.
  • Dress Code. Eleganza ragazzi! E’ richiesta. Ed è senz’altro una di quelle serate che ti rimangono impresse, la magia che si crea è veramente unica, non vi vogliamo proprio immaginare con la tuta! 
  • Portafoglio pieno. Ahimè! La location si paga, ma onestamente, ne vale veramente la pena. Cibo di ottima qualità ed oggettivamente un panorama mozzafiato, aggiungeteci la giusta compagnia e il gioco è fatto.

 

Hutong, The Shard

 

La nostra prenotazione era al Hutong, ristorante con piatti tipici della Cina del Nord ed ispirato al famoso omonimo ad Hong Kong. Uno dei posti più belli, curati e di classe in cui siamo mai stati.

fullsizeoutput_1a94.jpeg

L’atmosfera è unica: piccole lanterne rosse su ogni tavolo ed il panorama su una Londra illuminata in tutto il suo splendore. Ottima l’idea di avere una luce che incrementi di luminosità non appena i piatti vengono posizionati al centro del tavolo. Staff elegante, con conoscenza dei piatti serviti e pronti a soddisfare ogni richiesta del cliente.

Una volta aperto il loro menu, potrete scoprire un’infinità di piatti a base di carne, pesce e verdure. Tutti unici e dai nomi particolari, divisi in antipasti, Main, cocktails e desserts. Noi abbiamo deciso di optare per il Signature Menu (£££): due antipasti comprensivi di quattro diverse tipologie di ravioli e spinaci in salsa ginger, due Main a base di pesce ed una a base di carne, stir-fried rice ai frutti di mare e broccoli cinesi e, per finire, una tartelletta al cioccolato accompagnata da sorbetto al mandarino. 

IMG_4464

Il prezzo è di circa 90 euro a testa (75£), ma i piatti sono più che abbondanti e l’esperienza culinaria è davvero unica. La descrizione del piatto, il gustarlo lentamente e riuscirne a distinguere ogni ingrediente che lo compone, i sapori totalmente nuovi al nostro palato e la bellezza di gustarsi per davvero ogni singola pietanza. Senza fretta, con la luce soffusa e la bellissima Londra sullo sfondo.

Noi non vediamo l’ora di ripetere un’esperienza così al più presto, e perché no, la prossima volta magari vi staremo raccontando il tutto dal 72esimo piano, con una vista a 360 di Londra davanti ai nostri occhi!

Facci sapere cosa ne pensi: