Città del Messico | messico

Messico zaino in spalla, #dayone a Città del Messico

marzo 6, 2017

Siamo arrivati! Sono circa le 7 pm e dopo 11 ore di volo, un cambio di posto, 4 ore di sonno e 3 film, siamo finalmente in Messico.

IMG_2105

Siamo atterrati a Città del Messico e rullo di tamburi.. fa caldo! Finalmente possiamo sfoggiare le tanto attese maniche corte.

Appena superati i controlli di sicurezza (dove abbiamo sfoderato uno spagnolo davvero maccheronico ma efficace!), le numerose agenzie di taxi cercano subito di accaparrarsi la corsa. Sono le 7 di sera e prendere la metro significherebbe sacrificare altri 50 minuti al nostro sonno, quindi, valutato il prezzo più conveniente, ci siamo infilati in una berlina pulita, spaziosa (l’autista era alto forse forse 1.60m e ci ha lasciato praticamente una suite dietro) e davvero profumata.

IMG_2101

Qualche quartiere povero, una decina di grattacieli e tre sorpassi azzardati più in là eravamo giunti a destinazione: Hostel Mundo Joven.

È un sabato sera e la movida è alle stelle, musica, moltissima gente e un gran via vai. L’autista ci lascia proprio davanti all’ostello, ed una volta fatto il check-in (durante il quale scopriamo con sorpresa che l’importo non viene sottratto dalla carta utilizzata per la prenotazione Booking, ma ci vogliono i contanti.. quindi munitevene già prima di partire!) ci siamo buttati a capofitto sul lettone della nostra camera.

Hostel Mundo Joven, secondo noi

Pulizia 6+. Diciamo che possono migliorare su questo aspetto, il letto ha lenzuola pulite ed in ordine ma il bagno.. ecco il bagno proprio non ci siamo. Abbiamo trovato capelli sul pavimento, che non era stato palesemente pulito. AGGIORNAMENTO: con piacevole sorpresa, tornati in stanza dal nostro secondo giorno a Città del Messico, abbiamo trovato tutto molto pulito ed in ordine. Saliamo ad un 7-, dai!

Spazio 7/8. La camera è composta da tre spazi. Zona notte in cui noi abbiamo trovato solamente un lettone matrimoniale (un po’ corto, dice Lui), un armadietto molto spartano che si può chiudere con un lucchetto (che però dovete già avere voi) e la TV, di cui vi parliamo poco più sotto. Tutto qui, non un comodino, una lampada o un tavolino per poggiare le cose un po’ più delicate. Il secondo ed il terzo spazio corrispondono al bagno, che si divide con un ulteriore porta in zona lavandino + water (mooolto spaziosa) e zona doccia.

Comfort 6/7. Diciamo che non ci aspettavamo chissà che, anzi. La cosa che forse ci ha dato un po’ più noia è stata proprio la carenza di pulizia all’arrivo. Vogliamo però dirvi pregi e difetti di una struttura che abbiamo provato noi per primi.

Il primo tasto dolente è il caldo. Si sa che in Messico ci sia, ma la NON presenza di un climatizzatore e di finestre senza vetri non ha aiutato moltissimo. Il fatto di non avere il vetro alle finestre rende anche i rumori più percebili, la musica non si ferma quasi mai e ai messicani piace lavarsi a tutte le ore (?), a noi tuttavia questa cosa non ha dato fastidio. Abbiamo dormito come dei sassi, forse anche merito del jet-lag.

Il televisore in camera c’è, manca però il telecomando che chiedendo in reception vi sarà dato, lasciando un vostro documento come garanzia.

Anche il Wi-Fi è presente nella struttura, ed è gratis. Unica pecca è il fatto di funzionare in modo altalenante. Tipo che un’ora va e le altre sei no, un po’ irritante ma niente di inaccettabile (almeno per noi).

Asciugamani, prodotti di cortesia e un maxi rotolo di carta igienica sono presenti nel bagno all’arrivo.

Prese elettriche, un tasto semi-dolente (menomale che noi abbiamo portato una super power bank con 4 attacchi usb). Una sola presa di fianco al letto, che, senza avere un comodino, non è proprio comodissima. Ce ne sono altre due, però, in bagno. Posizione non ideale, perlomeno però gli oggetti che si stanno caricando possono essere appoggiati sul ripiano del lavandino.

IMG_2127.JPG

La colazione è il pezzo forte secondo noi. Dalle otto alle dieci, servita diversa ogni giorno.

IMG_2106.JPG

Posizione 9+. Davvero ottima! Hostel Mundo Joven è in pieno centro storico, a due passi da molte delle attrazioni da non perdersi a Città del Messico e dalla stazione della Metro (fermata Zocàlo). Una zona molto controllata dalle forze dell’ordine e vicinissima a negozi, fast food e ristoranti (da Domino’s a Subway a quei posticini tipici che piacciono a noi!).

 

Sicurezza 9. Appena fatto il check-in vi saranno consegnati due elementi chiave (gioco di parole simpatico simpatico): una scheda-chiave ed un braccialetto con il numero di camera scritto sopra. Perché vi diciamo che la sicurezza è al top? Innanzitutto la reception è aperta 24 ore su 24, quindi c’è sempre qualcuno sia a controllare la situazione sia disposto a rispondere alle vostre domande. Nella serata di sabato sera, inoltre, al nostro arrivo abbiamo trovato anche due bodyguard che controllavano tassativamente presenza di bracciale e tessera. Se ancora non vi avessimo convinti, la scheda-chiave che apre la vostra camera, apre anche il cancello che permette l’accesso a tutte le camere. Questo sistema è stato creato sia perché l’ostello è interno ad un palazzo nel quale vengono offerti anche altri servizi (diverso servizio, diverso codice colore del braccialetto) sia perché ci troviamo in una zona centrale e rimanendo la porta sempre aperta è più facile che si intrufolino persone che non dovrebbero intrufolarsi.

Dove mangiare in centro storico

Perfetto, noi a star fermi proprio non riusciamo. Posiamo gli zaini e siamo già in mezzo alla movida messicana, vogliamo vedere un po’ di questa città e soprattutto mangiare qualcosina (praticamente sembra che facciamo solo quello!).

Ci buttiamo in una delle vie principali del centro, e dopo una bella camminata, l’abbiamo trovato. Quel posticino tipico che fa le cose ciccione, che trasudano bontà da ogni poro. Salón Corona è quello che fa per voi, se come noi amate assaggiare i piatti del posto.

Ed eccoci lí, due corone, tre tacos di carne (pastor, bistec in salva verde e picadillo..pazzesche!), un tacos di pesce (polpo cotto nel suo stesso nero) e una torta (praticamente un mega panino farcito con pastor, cipolla, pomodoro fresco e avocado) dopo a chiedere il conto. 270 pesos messicani, il corrispettivo di 13€ ragazzi, in due (ed è come aver mangiato per quattro).

Noi ci siamo già innamorati di questa città, fateci sapere se avete luoghi particolari da consigliarci o se avete semplicemente qualche domanda da farci!


Ora è davvero il momento di dormire, il #daytwo a Città del Messico ci aspetta!

Only registered users can comment.

Facci sapere cosa ne pensi: